News 

Ricerca, Carrozza (CNR): “Purtroppo esiste il soffitto di cristallo per le donne. Poche iscrizioni nelle discipline STEM”

ROMA, 27 settembre – “Il soffitto di cristallo esiste, anche nella ricerca scientifica, purtroppo, sono i numeri che lo dicono chiaramente. Al CNR abbiamo svolto anche indagini recenti che lo confermano. Al tempo della nomina a rettrice sono stata oggetto di curiosità in quanto donna e perché ero molto giovane”. Lo confessa Maria Chiara Carrozza, presidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche dallo scorso 12 aprile (la prima donna in 100 anni di storia dell’ente), in una lunga intervista a Quotidiano nazionale.
Sulla penetrazione delle materie STEM negli interessi dei giovani, Carrozza, aggiunge: “L’iscrizione alle materie scientifiche e tecnologiche nell’università è nettamente inferiore a quanto necessario, soprattutto quella delle donne”.
Quindi la numero uno di Piazzale Aldo Moro si sofferma sugli obiettivi del suo mandato: ci sono sfide importanti, “perché il CNR è il più grande ente di ricerca pubblico italiano e una risorsa fondamentale per questo Paese. Ma confido nel personale che mi saprà aiutare, non ho in mente un modello di leadership di una persona sola al comando e mi piacerebbe sostenere una comunità coesa che sente il senso di appartenenza e permette a questo ente di affrontare la missione che è ben descritta nello statuto”.
Infine, nel corso dell’intervista, un passaggio in cui Carrozza parla dei fondi del Recovery plan per il settore istruzione e ricerca, spiegando che “rappresentano un’opportunità importante, fondamentale. Intanto mettiamo in pratica gli obiettivi e utilizziamo in maniera sana ed efficiente le risorse che sono state stanziate”.

Per saperne di più:
https://www.cnr.it/it/intervento-presidente/10589/tecnologia-per-il-paese

Related posts

Leave a Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: