Ultime notizie 

CNR: nominate le ultime commissioni dei concorsi ex art. 15, ma altre defezioni arrivano

commissione

 

Iniziamo dalle buone notizie. Il 5 novembre scorso il CNR ha nominato una delle due commissioni dei concorsi ex art 15 ancora mancanti, quella per Primo Tecnologo nel settore “Organizzativo gestionale – Giuridico amministrativo” (con 48 candidati per 4 posti disponibili).

Tale commissione sostituisce, in realtà, quella nominata il 20 dicembre di due anni fa e che, dopo un anno e mezzo di lavori e una serie di proroghe, differimenti e dilazioni, il 15 luglio scorso è stata dichiarata decaduta. Appare però strano che, mentre la prima commissione era composta da 5 membri effettivi e da due supplenti, la nuova commissione sia molto più snella, quasi anoressica: solo tre commissari e nessun supplente. Ancor più strano il fatto che uno dei neo-commissari sia un Dirigente di Ricerca del CNR, infrangendo così la regola che l’Ente si era dato (ma che noi dell’ANPRI abbiamo da subito duramente criticato) di nominare commissari esterni all’Ente, onde evitare “conflitti di interesse”. Evidentemente, le difficoltà incontrate dall’Ente nel trovare esperti disposti a far parte della nuova commissione per Primo Tecnologo sono state così grandi da costringere il CNR a ridurre al lumicino il numero di commissari e a infrangere la regola che autonomamente si era dato.

Il 1° dicembre è stata invece nominata l’ultima commissione mancante, quella relativa al concorso per Dirigente di Ricerca nell’Area “Scienze biomediche”, cui hanno presentato domanda 130 Primi Ricercatori con 14 posti disponibili). Anche in questo caso, l’assurda regola del CNR “nessun commissario interno” è stata rispettata in quanto tutti i commissari (9 titolari e nessun supplente) sono professori ordinari universitari.

Dopo le buone notizie, passiamo alle note dolenti. Nuove defezioni arrivano infatti, ad appena 1 mese dalla nomina, dalla commissione per Primo Ricercatore nella mega Area ”Scienze Umani e Sociali, Patrimonio Culturale”. Commissione che dovrà valutare ben 152 candidati in una area concorsuale che, come già sottolineato nella Newsletter 18/2015, comprende le scienze dell’antichità e storico-artistiche, le scienze filologiche, linguistiche e letterarie, le scienze storiche e quelle geografiche, le scienze filosofiche, le scienze pedagogiche e psicologiche, le scienze giuridiche, le scienze economiche, le scienze statistiche e demografiche, le scienze metodologiche e politologiche, le scienze sociali, nonché le scienze e le tecnologie per la valorizzazione dei beni culturali. Una spaventosa aggregazione voluta dal CNR, in particolar modo dal Presidente Nicolais, frutto del raggruppamento in una sola area concorsuale di ben nove aree concorsuali dei precedenti concorsi ex art. 15!

Evidente, quindi, la difficoltà di garantire un’equa rappresentanza nella commissione di tutti i settori disciplinari afferenti all’area concorsuale. Equa rappresentanza che, seppur ipotizzabile (ma non ne siamo convinti) nella composizione iniziale della commissione, è totalmente saltata in seguito alle dimissioni dei commissari Paolo Maria Ferri, docente di Tecnologie didattiche e Teoria e tecnica dei nuovi media, e Alberto Ferlenga, docente di Progettazione architettonica, e alla loro sostituzione con i primi due supplenti: Luigi Maria Solivetti, docente di Demografia e sociologia, e Fiammetta Mignella Calvosa, docente di Sociologia. Due sociologi, infatti, prendono il posto di un esperto in scienze delle comunicazioni e di un architetto!

Evidente quindi, già al momento della costituzione di un’area concorsuale così variegata, ma ancor più ora con la ricomposizione della commissione di valutazione, che questi concorsi tutto potranno essere tranne che una corretta ed equilibrata valutazione comparativa dei titoli e dei curricula dei candidati. Ma tanto, a farne le spese, anche questa volta saranno “solo” i Ricercatori dell’Ente!

 

 

Questa notizia è stata pubblicata nella newsletter ANPRI n. 21 del 3 dicembre 2015.

Non sei ancora iscritto? Iscriviti alla nostra newsletter!

Post correlati

Lascia un commento

Vai alla barra degli strumenti