Comunicati CNR 

Autonoma determinazione del tempo di lavoro: 9+7=Circolare n. 16/2019 art. 58 del CCNL 21/02/2002 (13 maggio 2019)

Il giorno 10 maggio c.a. l’Amministrazione centrale del CNR ha informato il personale della emanazione della Circolare n. 16/2019 che “sostituisce la precedente n. 9/2019.” del 13 marzo.

Già da tempo, ben prima della pubblicazione della Circolare n. 9/2019, FGU-Dipartimento Ricerca-Sezione ANPRI aveva chiesto e sollecitato la convocazione di tavoli tecnici sui numerosi nodi, tra i quali l’applicazione dell’art. 58, che ancora oggi continuano ad arrivare al pettine.

A fronte dell’emanazione della sequenza costituita dalle Circolari 6, 9 e 11/2019, FGU-Dipartimento Ricerca-Sezione ANPRI aveva prontamente chiesto il ritiro ed in subordine la sospensione delle stesse Circolari, evidenziando da subito l’incoerenza dei contenuti, e reiterando la richiesta di un confronto tecnico, in particolare riguardo la Circolare n. 9/2019, che ha determinato diffuse manifestazioni di disagio e profondo dissenso tra ricercatori e tecnologi. Tale confronto aveva avuto luogo il 10 aprile c.a., a quasi un mese dall’invio della Circolare. In esso FGU-Dipartimento Ricerca-Sezione ANPRI aveva contestato l’impianto stesso della Circolare n. 9/2019, e, constatata la determinazione dell’Amministrazione di procedere con l’intento di imporre la propria interpretazione del contenuto dell’Art. 58, aveva suggerito diverse modifiche al testo mai preventivamente discusso con le OO.SS.

L’Amministrazione in data 12 aprile ci aveva inviato una versione della Circolare contenente alcune modifiche che, se pur apprezzabili in quanto orientate a quanto suggerito da FGU-Dipartimento Ricerca-Sezione ANPRI nell’incontro del 10 aprile, lasciavano irrisolte le incongruenze presenti nella Circolare n. 9/2019 rispetto ai contenuti del CCNL.

Nel tentativo di rendere più efficace e rapida la soluzione della criticità che si era determinata nell’Ente, il 16 aprile c.a. FGU-Dipartimento Ricerca-Sezione ANPRI aveva inviato all’Amministrazione una “proposta di modifica della Circolare n. 9/2019…”, reiterando la richiesta di ritiro/sospensione della Circolare n. 9/2019 e esplicitando l’intenzione di procedere con formale diffida in assenza di riscontri, finalmente pervenuti, sia pure a seguito di un ulteriore sollecito del 24 aprile, il 6 maggio. In tale data l’Amministrazione comunicava di aver ricevuto le proposte di modifica e di essere in una fase di valutazione della possibilità di inserirne alcune alla circolare originale.

In data 7 maggio è stata inviata dall’Amministrazione a tutti i dipendenti una lettera contenete indicazioni circa le “…presenze di aprile 2019. …“. I contenuti e la tempistica di tale lettera lasciavano quanto meno perplessi.

Infine, nella tarda mattinata del 10 maggio è stata anticipata alle OO.SS. la Circolare n. 16/2019 che “…sostituisce la precedente n. 9/2019. …” e che sarebbe stata poi inviata nel primo pomeriggio a tutto il personale.

Da un primo esame, che ci riserviamo di approfondire, i contenuti della Circolare n. 16/2019 paiono poco, o per nulla, soddisfacenti, pur introducendo, per altro in maniera vaga, elementi positivi in qualche modo correlati ad alcuni dei contenuti presenti nella proposta inviata all’Amministrazione da FGU-Dipartimento Ricerca-Sezione ANPRI il 16 aprile scorso.

Dobbiamo purtroppo rilevare che l’Amministrazione non ha ritenuto di prestare maggiore attenzione a quanto responsabilmente FGU-Dipartimento Ricerca-Sezione ANPRI aveva da tempo posto alla sua attenzione. Ora la poco saggia decisione dell’Amministrazione Centrale di mettere mano unilateralmente ad un tema così delicato come l’interpretazione dell’Art. 58 ha generato una seria criticità. L’aver voluto affrontare unilateralmente e a testa bassa un argomento palesemente delicato e sul quale nessuna Amministrazione può prescindere dal confronto aperto con le OO.SS. e con i ricercatori e tecnologi che esse rappresentano, ha generato uno stato di confusione che richiede una soluzione chiara. Pertanto nei prossimi giorni, completati gli opportuni approfondimenti, procederemo attraverso lo studio legale cui ci siamo rivolti ad inoltrare al CNR formale diffida affinché sia costituita la Commissione paritetica di cui al comma 7 dell’art. 58 CCNL 21/02/2002.

FGU -Dipartimento Ricerca-Sezione ANPRI CNR

https://www.anpri.fgu-ricerca.it/wp-content/uploads/2019/05/20190513_com_CNR_Circolari-9716.pdf

Post correlati

Lascia un commento

Vai alla barra degli strumenti