News 

Manovra: l’Italia punta sulla ricerca per la produzione di semiconduttori

ROMA, 19 dicembre – Spazio alla ricerca applicata orientata all’Ict nelle modifiche della legge di Bilancio. Spunta infatti tra gli emendamenti la creazione di un Centro italiano per la progettazione di microchip. Con l’articolo aggiuntivo 74-bis, presentato dal Governo, vengono infatti stanziati 10 milioni di euro per la costituzione della “fondazione denominata Centro italiano per il design dei circuiti integrati a semiconduttore”. Altri 25 milioni all’anno vengono appostati per il suo funzionamento dal 2024 al 2030.
L’Italia cerca dunque la svolta nel segno dell’indipendenza in seno al settore strategico dei chip. E lo fa sulla scia dell’azione europea. La notizia arriva dopo l’annuncio di Intel di voler aprire una factory dedicata in provincia di Verona. La stessa Ue, peraltro, ha stanziato già 292,5 milioni a beneficio di StMicroelectronics per l’edificazione di un altro stabilimento in provincia di Catania, attraverso il Piano nazionale di ripresa e resilienza.
Gli obiettivi della fondazione, si legge nel testo dell’emendamento, sono di “rafforzare il sistema della formazione professionale nel campo della microelettronica e assicurare la costituzione di una rete di università, centri di ricerca e imprese che favorisca l’innovazione e il trasferimento tecnologico nel settore”.

Related posts

Leave a Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: