Ultime notizie 

Il ministro Giannini, in attesa del nuovo Presidente, nomina gli ultimi due Consiglieri di Amministrazione del CNR

In coincidenza con la lettera inviata dall’ANPRI per sollecitare la nomina degli altri due Consiglieri di Amministrazione del CNR, il 9 febbraio il ministro Giannini ha provveduto a nominare come Consiglieri di Amministrazione dell’Ente il costituzionalista Tommaso Edoardo Frosini, designato sin dallo scorso mese di ottobre dalla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome, e la patologa Gloria Maria Rita Saccani, scelta dal Ministro all’interno della terna proposta dall’Unione italiana delle Camere di commercio e dalla Confindustria.

La prof.ssa Saccani, già Consigliere di Amministrazione del CNR e dell’Agenzia Italiana del Farmaco, e il prof. Frosini si affiancano ai due consiglieri già nominati dal Ministro, il prof. Roberto Lagalla, designato dalla CRUI, e il collega Vito Mocella, eletto dal personale dell’Ente.

Con la nomina di Frosini e della Saccani sembrano svanire i timori che, nelle more della nomina del nuovo presidente, il cui iter di selezione non si è ancora concluso, il CNR si possa trovare in una situazione di grave impasse alla scadenza del mandato dell’attuale presidente, Luigi Nicolais, dato che questi, in più occasioni, ha affermato di non voler mantenere la carica di Presidente in regime di prorogatio.

Anche ai nuovi Consiglieri di Amministrazione l’ANPRI formula i migliori auguri di buon lavoro, un lavoro che – a nostro avviso – dovrebbe essere prevalentemente rivolto, specie in una fase iniziale, alla sburocratizzazione dell’Ente, ad una forte partecipazione della comunità scientifica interna, dai Direttori di Dipartimento ai singoli Ricercatori e Tecnologi, ai processi decisionali dell’Ente (togliendo l’enorme potere discrezionale attualmente nelle mani del Direttore Generale) e ad una generale politica di valorizzazione e riconoscimento di meriti e competenze dei Ricercatori e Tecnologi.

.

Questa notizia è stata pubblicata nella Newsletter ANPRI n. 3 dell’11 febbraio 2016.

Non sei ancora iscritto? Iscriviti alla nostra newsletter!

Post correlati

Lascia un commento

Vai alla barra degli strumenti