News 

ASI, Esercizio 2014: buona la gestione finanziaria, ancora elevato il contenzioso in materia di rapporto di lavoro del personale

Logo ASI
Il 27 aprile 2016 la Sezione del controllo sugli Enti della Corte dei Conti ha pubblicato la Relazione sulla gestione finanziaria dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) per l’esercizio 2014.

Il rendiconto 2014 dell’ASI evidenzia i seguenti risultati finanziari:

  • un avanzo finanziario di competenza di 87.692.273 euro, contro un disavanzo di circa 140 milioni di euro registrato nel 2013;
  • un avanzo di amministrazione di quasi 262 milioni di euro, con un incremento di quasi 100 milioni di euro rispetto al precedente esercizio (+60,7%);
  • un avanzo economico di 71.180.292 euro, a fronte di un disavanzo del 2013 pari a 233.708.669 euro;
  • un patrimonio netto di 624.785.499 euro, in aumento rispetto al 2013 quando era stato pari a € 553.605.207 euro.

Le entrate correnti sono aumentate del 3,5%, mentre le spese correnti sono diminuite del 28,4%. La compressione delle spese ha portato a un ridimensionamento degli impegni totali per programmi nazionali e per l’ESA, che rappresentano ora circa l’86,7% della spesa complessiva dell’Agenzia, contro il 94,6% del 2013.

Il costo del personale è diminuito del 2,7% rispetto al 2013 ed incide ora per il 3,9% sul totale della spesa corrente. La tabella 2, riportata qui sotto, riporta dotazione e consistenza organica del personale al 31 dicembre 2014.

Tabella ASI

 

Il personale tutto (di ruolo, a tempo determinato e comandato) percepisce uno speciale trattamento economico (STE C), utile ai fini previdenziali e dell’indennità di anzianità, ai sensi dell’art. 18 del regolamento del personale, che prevede la corresponsione di un compenso pari al 30% del trattamento retributivo fondamentale. La spesa della componente C dello STE è stata nel 2014, per il personale a tempo indeterminato, di 604 mila euro, per quello a tempo determinato di 162 mila euro e per quello comandato di 41 mila euro.

Nel 2014 l’Agenzia ha sospeso l’erogazione dell’indennità di Direzione ai sensi dell’art. 22 del D.P.R. n. 171/1991 a Tecnologi “non aventi titolo”. L’Avvocatura dello Stato ha sottolineato l’obbligatorietà del recupero delle somme indebitamente erogate.

Nel 2014, l’ASI ha conferito nove incarichi, di cui sei di collaborazione coordinata e continuativa, uno di collaborazione occasionale, due per assistenza tecnica, mentre non si è fatto ricorso a consulenze. Il costo complessivo per il 2014 di questi contratti è ammontato a quasi 177 mila euro, con una riduzione di spesa del 43,18%, in applicazione della normativa vigente. Sono diminuite, del 18,8%, anche le spese per il funzionamento degli Organi.

La gestione dei residui attivi, aumentati del 34,8%, deve – a giudizio della Corte – essere oggetto di un più attento monitoraggio della loro effettiva esigibilità.

La base di lancio di palloni atmosferici di Trapani-Milo ha cessato definitivamente di esistere dal 15 gennaio 2014 mentre per la base di Malindi appare opportuno definirne le linee di sviluppo dell’attività, tenendo conto del rapporto tra risorse e costi, con un piano più razionale per la gestione delle piattaforme che consenta una migliore definizione delle previsioni di spesa e dell’inquadramento giuridico del personale kenyano operante presso la base.

Anche nel 2014, si è mantenuto consistente il contenzioso in materia di rapporto di lavoro del personale dell’Agenzia, relativo, in particolare, a questioni relative all’esclusione dai bandi di concorso, alle procedure di stabilizzazione, all’inquadramento ed al riconoscimento di mansioni superiori. Sono stati definiti, 18 giudizi, mentre 33 sono ancora pendenti. Per tale contenzioso, l’ASI ha corrisposto nel 2014 un importo pari a circa 38 mila euro. Infine, il contenzioso riguardante la nuova sede dell’ASI, nel 2014, è consistito in quattro giudizi, tuttora pendenti, di cui 3 presso il TAR del Lazio e 1 presso la Corte d’Appello di Roma.

 

Questa notizia è stata pubblicata nella Newsletter ANPRI n. 10 del 19 maggio 2016.

Non sei ancora iscritto? Iscriviti alla nostra newsletter!

Post correlati

Lascia un commento

Vai alla barra degli strumenti